L’emozione di Dudu Costa: “Una serata speciale, ho rivisto il film della mia carriera a Reggio Emilia”

Kaos Reggio vincente alla prima storica in Serie A, l’asso italo-brasiliano applaude la reazione granata e racconta quel gol indimenticabile

Una notte speciale per il futsal reggiano, per il Kaos Reggio Emilia e per un giocatore simbolo di questo club che ha cominciato la sua avventura in Serie A con una vittoria, davanti al gran pubblico del PalaBigi, semplicemente storica per tanti motivi.

I 3 punti ottenuti sabato sera nella sfida con Latina hanno visto l’intero team di mister Juanlu Alonso diventare protagonista; chi ha vissuto una gara decisamente particolare, condita dalla rete del 6-3 che ha spaccato definitivamente il match nei primi minuti della ripresa, è certamente Dudu Costa.
Un simbolo del neonato club granata, ormai un reggiano d’adozione come si definisce lo stesso giocatore italo-brasiliano, tornato in Serie A dopo gli anni tra B e A2 con la F.lli Bari.

Un ritorno con gol e una prestazione di grande solidità e maturità in supporto della squadra. “Sinceramente non ho parole per descrivere la sensazione che ho provato quando ho segnato – racconta emozionato il nativo di Videira – Mi è passato un film nella testa, i 10 anni qui a Reggio, campionati vinti, persi… Immensa emozione, davvero”.

Cosa è piaciuto a Dudu Costa?

La reazione della squadra dopo il 3-3 beffa poco prima dell’intervallo: “Siamo stati uniti, dimostrando di essere già squadra vera nei momenti difficili. Dopo i due tiri liberi subiti, nell’intervallo il mister ha messo le cose in chiaro: dovevamo pressare e tenere alti i ritmi, l’abbiamo fatto bene e rispetto al primo tempo abbiamo sfruttato subito le occasioni create. Poi la gestione del risultato e del possesso palla è stata buona”.

Non possono mancare i ringraziamenti da parte del numero 11 granata: “Prima di tutto a Dio, alla mia famiglia, ai compagni e lo staff tecnico, ma anche a tutte quelle persone che mi hanno permesso di vivere questa avventura in Serie A per poter rappresentare Reggio Emilia. E’ un onore vestire la maglia di una società che rappresenta una città che ormai sento mia”.

Permalink